IMMAGINARE, COMUNICARE, INTERAGIRE – Architettura, Beni Culturali e Virtualità

La rappresentazione della forma e del suo significato, nella tante espressioni del linguaggio artistico e tecnico che accompagnano la professione dell’architetto, evolve parallelamente allo sviluppo delle tecnologie ausiliarie a tali scopi. Gli strumenti  della virtualità sono stati attori del recente ventennio e hanno alimentato la possibilità di rappresentare la successiva realizzazione fisica del manufatto, creare esperienze che pongono in essere un dialogo tra reale e virtuale fino a generare spazi, forme, mondi esclusivamente esperibili nel ciberspazio.

L’esplorazione dello spazio cibernetico, funzionale a un’esposizione culturale, a una simulazione urbanistica o a un allestimento museale deve derivare da un processo progettuale che comprende figurazione, capacità critica e capacità realizzativa. Tali elementi costituiranno il palinsesto  dei tre giorni di workshop che si concluderà con una conferenza aperta a pubblico.A cura di: Prof. Anna Marotta (Facoltà II di Architettura del Politecnico di Torino) con il supporto del gruppo di ricerca sulla Rappresentazione Digitale Interattiva. Workshop condotti da: Proff. Livio Sacchi e Maurizio Unali (Università degli Studi “G. d’Annunzio”, Chieti-Pescara)

pagina del MIMOS
pagina su rappresentazione.it